Loading...
Tel: +39 0547 53656 - Whatsapp 327 6109887
Monthly Archives

gennaio 2017

Antigua chiama Italia… Che risponde Si!

In vacanza a Miami per capodanno, è’ facile pensare di passare qualche giorno in una delle isole più’ belle dei Caraibi! Antigua!

American Airlines la collega quotidianamente e trovare un biglietto anche all’ultimo è’ possibile. Quindi, via, abbiamo deciso di passare la’una settimana! Incredibilmente il pensiero mi riporta all’ultima volta che sono stata la’……. Ventisette anni fa!!!!!!! In tutti gli anni a seguire ho viaggiato moltissimo, in tutto il mondo, e tranne Mustique e poco altro, ho visitato ogni isola dei Caraibi, dalle più’ remote, alle più esclusive. Ovviamente l’isola è’ cambiata, ma non nella natura straordinaria o nel mare turchese! I cambiamenti riguardano l’espansione del turismo, che ovviamente richiede resort di ogni livello, però sparsi in modo molto discreto intorno alle baie e sulle spiagge! L’unica nota molto stonata, è’ come vengono trattati i cani. Ce ne sono dovunque, cagnoline con l’aspetto tipico di chi ha molti piccoli da sfamare, cani solitari con lo sguardo molto triste. La popolazione locale sembra completamente indifferente, ma purtroppo anche i ” bianchi”, spesso i turisti stessi, non sono molto compassionevoli! Abbiamo scelto di soggiornare qualche giorno sulla costa atlantica, e abbiamo scoperto così’ la bellezza della sistemazione proposta dallo Sweet Dream, di Antigua chiama Italia’ Antigua chiama italiaSono splendidi cottage in legno in alto in mezzo al verde, solo bed and breakfast, ma fantastici! Li consiglio molto. Da lì, ovviamente con un’auto a disposizione si può decidere di girare tutta l’isola! Poi ci siamo spostati sul mare dei Caraibi, e abbiamo scelto a Turner’s Beach, il Keyonna beach resort!Keyonna beach Che è’ fantastico! La baia stessa e’ una delle più’ belle e meno frequentate, e il silenzio è la privacy sono assicurati! Mi sono coccolata tutta la settimana una cagnoline nera, che ha fatto del Keyonna il suo territorio. Ogni mattina prendevo le cose per lei dalla colazione, e pensavo che se tutti facessero così’ i cagnolini sarebbero sfamati! L’isola va guardata tutta, nelle sua bellezza e anche negli angoli rovinati da hotel orribili come il Jolly Beach ( pazzesco se penso che ventisette non fa avevo soggiornato li), ci sono molte sand Fly, i terribili mosquitos della sabbia. Sono tanti davvero! Le gite che propongono non fanno per me, detesto tutto quello che viene fatto così’, e quindi non sono ritornata a Barbuda, volevo mantenere intatto il mio ricordo! Quando andai la’, l’isola era completamente pura, avevano solo cominciato a costruire sulla spiaggia che adesso è’ dedicata a Lady Diana, il K club di Krizia, che non è’ mai stato concluso, e so’ che è’ in rovina! Dovunque si mangia più’ che bene, ovviamente pensando a dove si è’, il mio ristorante preferito pero’ e’ ad English Harbour, e si chiama San Ra!

La cagnolina l’ho chiamata Blackina! Spero che altri viaggiatori la coccoleranno! 

Miami

  Una citta’ ti entra dritto nel cuore, e’ amore! Cosi e’ per me Miami da sempre! Tornarci, significa ritrovarsi, e perdersi allo stesso tempo nei nuovi quartieri, nei nuovi indirizzi, facendo un pieno di energia che (forse) bastera’ fino alla prossima volta!

Ho dormito qualche giorno al Pelican in Ocean Drive, per poi tornare al Delano, che, confermo come mio hotel ideale! (1685 Collins Ave, Miami Beach)!

Sono tornata come sempre, ad esplorare l’incredibile mondo vintage da C.Madeleines, perdendo la testa tra Chanel incredibili piu’ tutto il resto del mondo ( C. madeleines Ho assaporato cocktail perfetti allo Juvia in Lincon Road, dove la skyline e’ impressionante! Juvia miami e ho trovato irresistibile il nuovo quartiere emergente Wynwood, dove hanno fatto dei murales vere e proprie opere d’arte! In tutta la zona si respira lo stile hipster! Se andate a Miami, e’ un must!