Loading...
Tel: +39 0547 53656 - Whatsapp 327 6109887
Browsing Category

Viaggi

Qualcuno mi ha detto… Ibiza e’ l’isola dell’Ego

….raccontare un luogo che ami profondamente mentre lo vedi cambiare tanto (troppo) e’ difficile! E’ come parlare di qualcuno che hai amato alla follia, che era perfetto per te, e poi, ti accorgi che non e’ rimasto nulla! La magia dell’isola e’ rimasta intatta per molti anni, direi fino al nuovo movimento dei social, che tutti amiamo tanto ma se usati male possono provocare molti danni! Devo chiudere gli occhi e tornare indietro a molti anni fa! Ibiza era davvero cool, chic e cosmopolita e oltre al popolo della notte, che comunque faceva parte dell’incanto del posto, era popolata da viaggiatori attratti dal silenzio, dal mare unico, i ristorantini spartanissimi e quel certo movimento differente, fatto da persone che riconoscevi in uno stile un po hyppi e un po’ bohemien, sempre disincantato e discreto! Un viaggio che poteva comprendere luoghi super segreti per dormire, calette vuote, abiti vintage bellissimi e natura meravigliosa! Ci torniamo ogni anno, anche due volte all’anno e ormai solo fuori stagione, ci stiamo bene, ma così come potremmo stare bene dovunque! E’ sparita la MAGIA, inghiottita da orde fameliche di selfisti ( si, non serfisti) e da un’ Ego così smisurato che risuona privo di discrezione in ogni angolo! Peccato! Forse era inevitabile, forse no! L’ultima volta in maggio, al Tropicana, di fianco c’erano alcuni “turisti” ragazzi italiani, hanno urlato tutto il tempo, ma proprio urlato, peccato! Davvero !!!!

Gran hotel ibiza

Saint-Tropez e la tarte tropezienne!

L’ultimo tratto di strada, (sempre a ” la bord de la mer) perché mi piace cominciare così, gustandomi l’arrivo con a sinistra il mare! E poi ogni volta ( almeno una volta all’anno) e’ con una sorta di malinconia che mi lascio alle spalle Cannes, che in realtà amo alla follia, ma sara’ solo una tappa di una notte all’hotel Martinez! Hotel martinez

Abbiamo deciso di dormire in centro, mentre di solito preferiamo una Bastide in mezzo alla straordinaria foresta di pini e sughere, perché voglio sentirmi tropezienne fino dal mattino, scendere al mercato ( quello del martedi è il top) per scovare qualcosa di unico! E ci riesco sempre! Hotel de Paris

E poi, via, verso Ramatuelle e le sue spiagge meravigliose, su nel piccolo borgo incastrato nel tempo, una fetta di Tarte Tropezienne, un nuovo profumo da Marinette e una cena speciale da Napoleon!

Voila’ la magia di Saint-Tropez!

Abbiamo cenato in una serata di stelle grandi al ristorante dell’Hotel de la Ponce, raffinato luogo tra passato e presente, e la cosa che mi ha colpito e’ stato vedere la proprietaria, Simone Duckstein ( amica da sempre di celebrità) venire ad ogni tavolo, dare la mano ad ognuno, cosi’! E come non imparare?! Come dico sempre…. tutto quello che so l’ho imparato viaggiando! Hotel de la ponce

u

Paradise…. Maldive!!!!

Il paradiso blu!

La prima era stato nel 1986! Un’isola gestita dai maldiviani, super spartana, e meravigliosa! Negli anni prendendo il brevetto sub, ho avuto la fortuna di vivere le Maldive quando ancora non erano un paradiso del lusso! E, piu’ di recente ho pensato che forse non erano più per me, abituata a piccoli numeri, a viaggiatori e non turisti, a piedi nudi e niente bagaglio! Ma, sono una veloce, mi “adatto” e prendo il meglio per me!

Questa vacanza nell’atollo di Baa e’ stata PERFETTA! Complice un’isola molto bella, in cui niente era fuori posto!

La Isla! Cuore e basta!

Se un luogo ti entra dritto nel cuore, se quando sei li, sei al centro del tuo universo, e senti vibrare la tua parte migliore, sei acasa! Ibiza e’ cambiata negli ultimi anni, e in peggio senza dubbio, il grande problema del mondo, tutti vogliono tutto e non ci sono codici morali per evitare l’aggressione di una spiaggia o del mare! Emulazioni di giovani menti perdute e oltremodo maleducate nei modi che cercano un attimo di euforia copiando una delle tante blogger del momento ( fenomeno terribile), ma non ho rinunciato ai miei, ai nostri silenzi davanti al tramonto anche se il chiringuito scoppiava e ho visto solo branchi guardare il telefono e non il cielo! Si diventa bravi ad evitare, evitare gli orari in cui le meravigliose spiagge sono troppo affollate, quindi in spiaggia alle otto, e si diventa bravi quando la cena e’ alle 19!!!! Piccoli sacrifici per vedere solo l’anima bella di questo paradiso, prima che sia perduto! E poi indirizzi segreti, case perdute in mezzo alla macchia mediterranea! Lontano! Vorrei una mente illuminata che cambiasse le cose, meno, meno di tutto, silenzio davanti alla bellezza!!! So che non succedera’,ma io, noi, continueremo a comportarci come veri viaggiatori…. si lascia un luogo cosi come lo hai trovato!

Heart Ibiza

Norvegia

E’ necessario arrivarci, perché la Norvegia è indescrivibile, ma ci provo.

Le distanze….incredibili., per arrivare da un paese ad un altro, sono necessarie ore, complice anche il limite di velocita’. 

La carta di credito, (con pin sempre) …fondamentale, le banche NON CAMBIAMO SOLDI e gli sportelli di cambio sono pochissimi e solo in città molto grandi. 

Il tenore di vita nella più totale semplicità è però alto, i norvegesi stanno e molto bene quindi tutto è abbastanza costoso. (Ma si mangia benissimo)

Nella mia idea originale volevo arrivare a Capo Nord, ma davvero impossibile in una settimana, quindi arrivati a Oslo che e’ bellissima e proiettata nel futuro, abbiamo fatto un giro molto bello fino ad Alensud, poi Bergen, infine Torp per ritornare in Italia. In questo modo la natura incontaminata, i fiordi nella loro incantevole maestosità, le case rosse sull’acqua, e la trama della storia vichinga, ci hanno dato almeno una idea della bellezza della Norvegia! 

Fortissimo Forte (dei Marmi e della bellezza)

Il motivo e’ la mostra di Carla Chiusano, ho appena parlato di lei, e poi il “buon vivere” educato e sottotono di questo angolo di Toscana fuori dal caos! Ci si incanta nel vedere spiagge semideserte a luglio e soprattutto silenziose! Dovunque si respira la rilassatezza dei luoghi dove l’uomo da il meglio di se! Non ci si esibisce, si vive!Piccolo principe

Saint Tropez! Oui!!!!

Fuori stagione! Cosi’ la amo da impazzire! La vedi tutta, la sua bellezza! Nel mare smeraldo e blu, al porto davanti al tramonto piu’ spettacolare di sempre ed a una birra bionda come Brigitte! Poi puoi spendere un’intera giornata al Club 55, senza la folla che spinge, o puoi soggiornare in un hotel mitico senza pagare troppo! Saint Tropez sempre cosi’! Per iniziare l’estate! 

Hotel Sezz Saint Tropez

Ibiza! Si, ancora lei!

Impossibile per me resistere al richiamo della Isla! Ogni anno, piu’ volte l’anno, da molti anni, mi faccio rapire il cuore da questo miscuglio di spiagge, macchia mediterranea, locali fichissimi, piccoli hotel di charme un po’ all’ombra dei grandi alberghi piu’ modaioli, e ormai ne conosco il ritmo, che puo’ anche essere lento, cosi’ come io lo amo! E anche questa volta ho avuto conferme, ho trovato angoli nuovi, e Pin-up-starspurtroppo ho notato quante costruzioni senza anima stanno spuntando come funghi in mezzo alla terra rossa! Amo Ibiza, amo la sua parte migliore, che ormai resiste fuori stagione, ma un po’ di amarezza rimane! D’altra parte tutti ne vogliono un po’, arrivano persone di ogni tipo, da ogni angolo del mondo, e questo senza dubbio e’ normale! La mia riflessione, e’ in queste ultime parole, E’ NORMALE! Mentre, nel mio cuore Ibiza E’ SPECIALE! 

Amante ibiza

Le mie icone…. Georgia O’ Keeffe! New Mexico nel cuore

Uno dei miei primi viaggi in New Mexico, nel 1989, era partito gia’ da dentro il cuore, per due ragioni, la prima, trovare cosa restava dello spirito delle tribu’ indiane in quei luoghi incredibili, e la seconda, l’opportunità di visitare la casa museo nei dintorni di Santa Fe’, di un artista che amavo e amo molto, Georgia o’ Keeffe! Lei, con Frida, Alda Merini, Coco Chanel, e altre meravigliose donne, e’ una delle mie icone! Donne che hanno in comune passioni forti, indipendenza totale, arte incredibile, e vite altrettanto uniche nel bene e nel male! I fiori dipinti da Georgia, sono ipnotici, e vederli davvero, e’ stata un’esperienza forte, che da sola valeva il viaggio!Georgia O’Keeffe museum

Bordeaux…. Cap-Ferret and more!!!!!

www.lamaisondubassin.com

image
image

image
image
image
image
image
image
image
Un viaggio, quello di questo agosto 2016, itinerante è diverso, condito da molte emozioni, nuove, e ritrovate, quando siamo arrivati a Cap- Ferret!

L’itinerario, imprevisto e previsto, e’ iniziato come sempre da Gorizia, con la sosta alla Subida, luogo magico, e del cuore!

Poi la montagna, maestosa e di grande charme, in un posto tanto piccolo come Forno di Zoldo, nell’atmosfera unica del bed  and  breakfast Dormi’ e Disna’!

Unica, la bellezza, di una vecchissima casa nel borgo, trasformata in luogo di accoglienza!

Poi, un volo, breve, per raggiungere Bordeaux! La grande sorpresa di questo viaggio! Un’allure naturale, dato dalla bellezza dei palazzi storici, ovunque, e dal fiume Garonna, che fa da cornice, in un susseguirsi di locali giovani e alla moda, luoghi sorprendenti come lo spazio Darwin, o imperdibili come la Cite’ du Vin, il museo che Bordeaux si è’ regalata in onore del vino!

E poi via, verso la magia intatta, ritrovata dopo un anno, di Cap-Ferret! I francesi, tengono un po’ segreto questo luogo, e… Fanno bene! In questo angolo dell’Aquitania, si rifugiano per godersi la raffinata semplicità’ del buon vivere, quello vero! Io LA ADORO!

Ma l’inquietudine, compagna di vita, ci porta in altri luoghi, e allora via verso le stradine di Maon, a Minorca!

Un bagno in acque strepitose, e…. Già’ si torna a casa!

Next Stop?????